[DIECI] Lavoro sporco – Sessione 9

Sessione 9 del 06/04/2018

Sasha: «Li ho trovati! I biscopazzi!»
Prof: «Cos’è che fai? Scopazzi due volte?»

Sasha: «Ho spento il cellulare perché così non mi distrae più…»
Prof: «Il cervello?»

Sasha: «Beh pilotare un Boeing 747 deve essere un’esperienza sollevante.»
Prof: «Ma potrebbe anche essere bruciante.»

Prof: «Hai le voci nella testa?»
Sasha: «Sìììììì!»
Prof: «Allora parla con Wilfred, io non curo le voci nella testa. Se era un acufene…»

Sasha: «Il laboratorio te lo ha regalato Macchiavelli.»
Prof: «Se lo chiami Viakal va bene comunque.»
Sasha: «Perché?»
Prof: «Perché è uno sMacchia-laVelli!»

Alfred: «Cos’hai fatto!?!? Adesso sai quanti Franchi fa fuori adesso?!?! Ma Franchi Franco, non francesi!»

Alfred: «Adesso chiamo Svetlana, che è una mia vecchia amica…»
Prof: «Una vecchia fiamma insomma.»
Alfred: «No, no, lasciamo stare le fiamme, è solo una mia vecchia amica, preferisco!»

Master: «Prendi il lenzuolo e lo bruci?»
Alfred: «Ci provo, mi ingrazio un qualunque santo…»
Prof: «San fustagna?»

Discorsi a un certo orario, di un certo livello…
Master: «Potete toccare degli spettri che sono pieni di Gioia.»
Alfred: «Gioia, olio di semi di soia…»
Prof: «Tutti molli di olio, molleggiati…»
Master: «Tanti Celentano insomma.»

Precedente [TRACCIA] Lavoro sporco - Sessione 9 Successivo Unite i puntini

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.