[Traccia] Masquerade 11

Mentre tutti trollano Zik per le sue ferite di battaglia e dunque deve riposare per risanarle telefona l’Ingegnere Graves, dando i primi riscontri sulla posizione dell’U-Bot affondato in Sardegna. Secondo i rapporti e le scansioni del fondale il sottomarino è planato nell’acqua, affondando verso la costa. Sospinta dalle correnti, l’imbarcazione s’infila in una delle numerose cavità nella roccia, scivolando in obliquo fino a sbattere la chiglia sul fondale e quindi raddrizzarsi, appoggiandosi sul fondo marino. La parte anteriore del sottomarino è quindi infilata nella roccia fino alla torretta. Recuperare il sottomarino, tenendo in considerazione anche delle condizioni in cui potrebbe versare dopo così tanto tempo passato in mare, è quasi impossibile. Forse con qualche esplosione mirata si potrebbe sbriciolare la roccia attorno all’imbarcazione, ma se il sottomarino non è funzionante si rischierebbe comunque di non poterlo trascinare fuori prima che tutti i militari della Camarilla appostati sopra la zona se ne accorgano. Entrare è altrettanto difficile, essendo appoggiato sul fondale accedere da sotto è pressoché impossibile e si rischia di non avere modo di creare una camera stagna e quindi di far allagare l’imbarcazione per intero.
Chiusa la chiamata, il branco inizia a organizzare il recupero. Dopo un esilarante esposizione da parte di Zik, i nostri sembrano trovare uno pseudo piano, ma per poterlo mettere in atto hanno bisogno d’infiltrarsi con le controparti nel campo militare, così decidono di aprire ancora una volta i bauletti.

Precedente [Dieci] Masquerade 18 Successivo [Dieci] Masquerade 19

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.