demoni in affitto

[TRACCIA] Demoni in affitto Cap.2-4

demoni in affitto

10/02/17 Capitolo Sessione 4
In giornata un’altra scossa di terremoto spaventa la gente della cittadina. La Magione di Sir Wilfred, appena ristrutturata, sembra non riportare nessun danno, dunque la vita riprende al suo ritmo e, il Malkavo, per cercare di tenere su gli animi, decide di organizzare una bella festa di Halloween per gli ospiti e i compagni di scuola dei bimbi.
Sasha carica quindi Franco i tre bambini e parte alla volta del supermercato con l’ordinativo per la festa, mentre Wilfred telefona ad un suo “antenato”, Edinolfo, di cui aveva avuto il contatto qualche notte prima.
Il Cainita gli dice che non può tornare in Italia a causa di un piccolo problema, ma che può contattare Federico, un altro loro “parente” di Clan.
Detto questo ci vuole anche una chiamata a Cristo, ordinandogli, non si sa bene perché, una ventina di telefoni usa e getta.
Infine chiama Ugo e gli chiede di vedersi di persona alla chiesetta di Serrungarina.
Il Prof si dedica ai suoi marchingegni almeno finchè non torna Sasha, che ha preso delle zucche da intagliare. Ovviamente un paio sono per Arcadia, visto che la piccina non può mostrarsi certo agli umani, almeno per ora.
Quindi Wilfred e il Prof vanno da Cristo, a ritirare quanto richiesto e mentre sono la, nominano Federico, il Malkavian “parente” di Wilfred, scoprendo che attualmente vive di sopra, insieme ad un’umana che sta proteggendo dall’ex marito.
Quando salgono per andare a incontrare Federico, si trovano sulla porta una donna sulla trentina, incinta, dall’aria provata.
Federico rivela una grossa novità: la donna, Lucrezia è rimasta incinta di Giancarlo, ma era sposata. L’ormai ex marito l’ha sempre maltrattata e “venduta” ad altri uomini, quando ha scoperto che era incinta l’ha picchiata, ma la donna, volendo proteggere il proprio nascituro, ha deciso di scappare di casa in fretta e furia, lasciando tutto quello che aveva a casa dell’ex marito e chiedendo aiuto all’amico Cristo che le ha offerto alloggio nell’appartamento sopra al magazzino. Federico l’ha scoperta perché negli ultimi dieci anni (da quando si è liberato: scossa di terremoto di l’Aquila, NdSheky) ha sempre seguito quel burlone di Abalam ed ha notato che negli ultimi mesi bazzicava attorno alla donna.
Ovviamente il tizio che aveva visto prima il Prof, poi Sasha, era proprio la sua proiezione astrale, che gravita attorno alla famiglia Spirrini, dunque non può mai allontanarsi troppo da loro.
Per questo, per difenderla da Abalam, da Angelica e dall’ex marito, il Malkavian ha messo da parte i suoi problemi con gli spazi chiusi (già, per un vampiro è un bel problema!) ed ha deciso di trasferirsi insieme a lei.
Il Prof e Wilfred decidono allora di mettere rimedio ad almeno uno dei problemi della donna, andando a parlare con l’ex marito.
Avuto l’indirizzo da Lucrezia, riescono a convincerlo a farli entrare. Dopo averlo terrorizzato e avergli fatto il lavaggio del cervello. Ovviamente Sir Wilred non si lascia sfuggire l’occasione di lasciare un messaggio con Mepolmene davanti alla vetrina dei liquori che dice “Pentiti!”.
Infine tornano verso casa, andando alla chiesetta per incontrare Ugo. Gli spiegano dei sospetti che stanno nascendo riguardo Angelica, gli chiedono quindi di spiarla e di cercare di capire, se possibile, perché ha voluto ristrutturare la Magione di Serrungarina e perché abbia scelto proprio Sir WIlfred come Vice.

Sir Wilfred lascia trascorrere la notte successiva in tranquillità, passando il tempo a decorare casa e scegliere la musica per la festa, fino a quando Sasha gli chiede supporto per una missione segretissima alla base militare di Pesaro.
Mentre il Prof resta ad accessoriare i suoi marchingegni, loro due si avviano.
Con un abile gioco di Demenza e Dominazione, Wilfred stordisce la guardia che apre il cancello e li fa entrare. Raggiunta la fureria della base, Sasha si arrampica sul tetto. Rompe il vetro e con Temporis evita che il vetro precipiti al suolo, utilizzando poi la medesima disciplina per velocizzarsi, recupera i frammenti per non tagliarsi e potersi calare indisturbata nel capannone.
Trova quello che cerca, un cannone da 37mm…
Chiama Wilfred per dirgli di uscire dalla base e portare la macchina sul retro, della base, in modo da poter portare fuori il cannone e, scavalcata (o buttata giù) la rete, poterlo agganciare al mezzo.
Ovviamente Sir Wilfred (che per fare le cazzate ha scandalosamente culo!!) stordisce di nuovo di chiacchiere la guardia che lo lascia uscire.
Sasha riesce a portar fuori dalla fureria il cannone, butta giù la rete e mentre gli allarmi scattano, aggancia il cannone all’auto e scappano a gran velocità…

Non ho parole per la quantità di successi spropositata e vergognosa di questa sessione… ma tant’è…

Comunque tenetevi forte, che alla prossima Sessione, sarà la notte di Halloween!!!

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.