[DIECI] Lavoro sporco – Sessione 25

Sessione 25 del 08/02/2019

Sir Wilfred: «Ci sta che Agata e Iulia si odino: sono alle ANTILOPI!»

Sasha: «Ho visto, Prof…»
Prof (canticchiando allegramente): «Un nero con le scarpe di gomma…»

Prof: «Quindi Agata probabilmente santifica tutto?»
Sir Wilfred: «Quindi se facciamo tipo una festa, lei santifica le feste?»

Sir Wilfred: «Ma se allo Tzimisce gli togliamo la terra, così domani notte ha i malus?»
Prof: «Sì, così domani possiamo dirgli: cos’è, ti manca la terra sotto ai piedi?»

Sir Wilfred: «Telefono a Cristo, Cristo ce l’hai delle sacche di sangue?»
Cristo: «Sì, ma veramente…»
Prof: «Ah giusto, chiedigli anche del nastro isolante, dei calici di plastica, sai quelli che si agganciano…»
Sir Wilfred: «…della carta igienica, forbici con la punta arrotondata…»
Cristo: «Ehm, scusate…»
Prof: «…graffette…»
Sasha: «…fascette, svitol, un blister di batterie AA che non fa mai male…»
Prof: «Ah sì, anche 7,5 gr di farina. Ah e il ducktape!»
Cristo (PNG): «Guardate che sono qua davanti a voi eh…»
Master: «E comunque vorrei sapere con che parte del duck fanno il tape…»

Tzimisce (PNG): «Ma il mio telefono non funziona più, come faccio a chiamare il servizio clienti?»
Prof: «Con un altro telefono! Caro il mio signor professore di Italiano!»
Tzimisce: «Di italiano, non di Informatica e tecnologie!»

Sir Wilfred: «Un uomo non può fare questo viaggio da solo…»
Agata: «Infatti sono una donna!»
Sir Wilfred: «Ma allora!! Vado in bagno…»

Alfred: «Per esperienza personale un uomo che viene chiuso da un altro in un bagagliaio è colpevole a sua…»
Prof: «Gli rimetto il cappello.»
Sir Wilfred: «Cosa…?»
Prof: «Glielo tolgo.»
Alfred: «…volta!»
Master: «Cosa?»

Alfred: «Ok, vi aiuto ma voglio una macchina che dici: “WAU!” e una valigetta di soldi non miei e poi voglio fuggire in tutta fretta come Bonnie e Clyde, con la Melpomina, la tizia della festa…
Prof: «Però non puoi mica morire…»
Alfred: «No, però ci schianteremo contro un albero!»

Prof: «Secondo me Alfred vuole scappare da te…»
Sir Wilfred: «Ti ricordo che io sono il suo parassita, troverò sempre un modo di ritornare!»

Prof: «Se ti cade il cappello cercami, ti porterò via!»
Alfred: «Come sei romantico!»
Prof: «No, non in quel senso…»
Alfred: «Beh, Bonnie e Clyde erano in due e anche noi saremmo già in due, ma il posto per tre si trova sempre!»

Precedente Lista della spesa Successivo Galleria PG e PNG

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.