Deliri di un sedicente Prof!

≪Un’approccio scientifico mi ha fatto pensare al perché i vampiri hanno timore del sole, nel senso perché il sole fa male ai vampiri.
In realtà un essere umano normale riesce con tranquillità a sopportare le radiazioni elettromagnetiche che vanno dalla fine del range del visibile fino a frequenze più basse, ma non riesce a sopportare radiazioni superiori al visibile come l’ultravioletto.
Il vampiro si trova in un gradino più basso. Sopporta infrarosso ma il visibile lo uccide, quindi la mia supposizione è che sia una questione di frequenze e di carico di energia cellulare.
Le cellule di un vampiro esposte al visibile lo seccano all’istante, mentre l’ultravioletto fa lo stesso con le cellule umane (anche se serve un po’ più di tempo per “cuocerle”).
Le cellule del vampiro dissipano l’energia più lentamente delle cellule umane viventi, quindi se ne prendono troppa si surriscaldano troppo e bruciano.

Ovviamente dipende molto dal tempo di esposizione; un essere umano che si fa tutto l’arco solare ad assorbire radiazione visibile, si potrebbe cuocere a sua volta.
Questo rende le mie ricerche sulla combustione spontanea molto più semplici da effettuare, almeno per quanto riguarda i vampiri.
Su questa base potrei anche creare un’arma contro diversi tipi di creature. Una sorta di raggio riflesso con la stessa lunghezza d’onda della luce riflessa della luna, per esempio, potrebbe mandare in corto i lupini. Beh, si dice a mali estremi…
Anzi, in casi disperati…≫

Prof. Gianluigi Sansuini

 

(Personaggio ovviamente inventato…)

Precedente Stato aggiornamento Successivo We hunt...

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.