demoni in affitto

[TRACCIA] Demoni in affitto Cap.2-8

demoni in affitto

11/03/17 Capitolo Sessione 8

Dunque, siamo arrivati al clou della storia.
Sasha, Sir Wilfred e il Prof cercano indizi sull’impresa che ha ristrutturato la magione dei Serrungarina, come detto nello scorso riassunto, si tratta della CBEDIL S.p.a. che ha sede a Fano ed è proprietà di Cesare Bautista.
Cercano anche l’indirizzo di casa, ma secondo il loro informatore, Ugo, l’indirizzo al 90% è falso.
Vanno quindi alla sede amministrativa.
Si trova in un palazzo con un grande parcheggio e un’autofficina accanto. Un bar è posto al piano terra, proprio accanto all’ingresso del palazzo.
Lasciata l’auto in ombra, si dirigono furtivi verso l’ingresso del palazzo.
Una volta usato il “Kit di benvenuto” con successo, si dirigono al piano di sopra, dove incontrano la segretaria che sta uscendo per tornare a casa.
Entrano, adducendo una scusa, Dominazione ovviamente è sempre molto utile in questi casi, e una volta dentro la povera segretaria è costretta a condurli fino all’ufficio di Cesare Bautista.
Ovviamente il vampiro è stato preso un po’ di sprovvista e mentre loro parlano cerca di defilarsi dall’ufficio usando Chimerismo per fargli credere che è ancora dietro la scrivania.
Ci riesce, prende la porta e scende le scale ma mentre il prof lo precede prontamente con Velocità saltando giù dalle scale, Sasha usa Temporis per rallentarlo quanto basta per tirargli un’accettata nella schiena.
Preso di sprovvista il vampiro collassa e viene preso, questa volta a tenerlo saldamente è Sasha, che lo riporta in ufficio e da fondo alle scorte di nastro adesivo per imbacuccare il poveretto, mentre Wilfred trova i faldoni con i dati relativi alla magione in uno schedario e il Prof fallisce miseramente il tentativo di hackerare il computer del Ravnos che inizia una sorta di sequenza di cancellazione dei dati.
Mentre sono li chiama Franco, l’uomo è un po’ spaventato, perché ci sono tre minivan neri sulla strada e ha la netta impressione che li stiano controllando.
Chiede aiuto e gli consigliano di far uscire le persone dal passaggio di sicurezza, soprattutto Ludovica. Intanto si avviano per tornare indietro, portandosi appresso Cesare che viene prontamente buttato nel bagagliaio da Sasha, mentre il Prof e Sir Wilfred chiamano aiuto.
Sir Wilfred chiama il Principe, memore del favore che deve loro dopo la storia di Ginevra, Machiavelli gli assicura che manderà lo Sceriffo più vicino nel frattempo, poi arriverà quanto prima lui stesso.
Il Prof chiama Cristo, chiedendo il supporto dei lupi mannari che, lo avvisa Cristo, non usciranno allo scoperto se non sarà necessario.
Sasha, messasi al volante, chiama il suo Sire, Juri, avvertendo la Mano Nera del problemino in corso. Juri manderà la squadra più vicina, ma potrebbe volerci un’ora prima che arrivi il supporto.
A questo punto chiamano anche Ugo, il Nosferatu, chiedendo anche il loro supporto, per sicurezza.
Punto di ritrovo per tutti sarà la solita Chiesetta, quindi si recano li.
Una volta arrivati chiamano Franco. Le luci in casa sono accese e si vede gente che si muove, passa davanti alla finestra di tanto in tanto.
Franco li avvisa che in casa sono rimasti, lui, Hotto e Arcadia, chiusa nel laboratorio del Prof per non spaventare gli altri. Gli umani sono usciti dall’uscita di sicurezza, ma Hotto non ha potuto seguirli, come spirito infestante non può allontanarsi molto dalla casa.
Sir WIlfred rimane a coordinare le operazioni e ad attendere supporto.
Sasha e il Prof decidono allora di entrare dal retro, per andare a controllare. Fanno un giro piuttosto largo e entrano dall’uscita di sicurezza sotto la casa. C’è silenzio e buio, ma nonostante questo, riescono a sentire un leggero eco di respiri venire dalla grotta del sigillo. Sasha vi si dirige e trova gli umani, sono molto spaventati, ma la vampira riesce a calmarli e a farli uscire. L’unica che resta è Ludovica e marito.
L’anziana vuole proteggere i bambini, quindi rimane nella grotta. D’altra parte Angelica sta cercando lei, ne è sicura, quindi rimarrà come esca, in modo che gli altri siano salvi. Ovviamente il marito non la vuole lasciare.
Sasha è restia, ma quello che dice l’anziana ha senso, accompagna quindi fuori gli ospiti di casa Serrungarina, fino alla chiesetta dove li fa nascondere, mentre Sir WIlfred li convince che quella in atto è un’azione antimafia, che loro sono al sicuro e non devono temere.
Il Prof intanto entra e va da Arcadia, dicendole di mettersi addosso quanti più vestiti trova per coprirsi bene, poi sale di sopra e trova Franco e Hotto (Quest’ultimo in versione fantasma) che muovono fili con appese cose che possono sembrare persone, in modo da far sembrare che gli umani siano ancora in casa. Il Prof chiede ad Hotto di continuare da solo, lasciando il suo involucro orsesco e infestando la casa, mentre lui porta fuori gli ultimi due rimasti: Franco e Arcadia, appunto.
Sasha torna indietro, non ci pensa due volte, non vuole abbandonare Ludovica. Incrocia il Prof e gli spiega la situazione.
Intanto arriva lo Sceriffo, Paolo Diblasi, a cui Wilfred spiega le circostanze in breve.
Arrivano anche i Nosferatu. Il tempo scorre e dalle auto cominciano a vedersi i primi uomini scendere.
Va tutto a rilento, non sembrano convinti di quello che stanno facendo, sembrano temporeggiare, eppure è chiaro che il loro intento è circondare la casa.
Sasha torna nel passaggio sotterraneo e lentamente s’infila nella grotta. Un rantolo le fa drizzare le antenne, un suono di un respiro soffocato e di scarpe che urtano la roccia come se non toccassero i piedi a terra.
Sasha non ci vede più, paura e rabbia la spingono a buttarsi all’interno della grotta con l’accetta tra le mani. Non ha esitazioni quando accendendo la torcia appesa alla cintura vede qualcuno tenere Ludovica sollevata per il collo che sta soffocando e il povero marito a terra con del sangue che gli esce dalla testa. Solleva l’ascia e crock, apre in due la testa di quella che si rivela essere Angelica.
Giuro, tanto culo in un tiro di dadi l’ho visto molto di rado!
E io che avevo costruito con tanto ammmmmore questo PNG! Non ne ho usato nemmeno un decimo della sua potenza… mannaggia!

Comunque questo basta per fermare il piano di Angelica.

La Mano Nera, arrivata in extremis, con la collaborazione dello Sceriffo e dei Nosferatu, prendono tutti i vampiri che erano sui minivan, portandoli via, sebbene questi risultino tutti in stato confusionale, come se fossero stati fino a poco prima sotto l’effetto di una qualche Disciplina.
Sasha porta fuori Ludovica per prima, poi il povero marito e infine Angelica, consegnandone il corpo in torpore allo Sceriffo, insieme al corpo di Cesare che era ancora nel bagagliaio.
Partono quindi le auto, portando via i prigionieri e lasciando dietro se solo chi può tranquillizzare gli umani che decidono di rientrare in casa, fieri che il padrone di casa si sia battuto contro la Mafia sono decisi a non alloggiare altrove.
La nottata finisce con il ritorno a letto degli umani, mentre i nostri tre Vampirelli concedono a Franco delle meritate vacanze, per qualche giorno, almeno…

La Cronaca è praticamente conclusa, manca solo qualche dettaglio, come per esempio ritrovare il corpo di Abalam e sbarazzarsi di Angelica, ma il tutto è comunque rimandato a un’altra sera!

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.