Livelli salute e Punti Sangue

PUNTI SANGUE

Si tratta di un punteggio che serve ad indicare la quantità di sangue che il Vampiro conserva dentro di sé dopo averlo bevuto dalle sue vittime.
Quando il personaggio va a caccia, guadagna un certo numero di Punti Sangue e li segna sulla scheda del personaggio.
In alcune situazioni di gioco, il Vampiro dovrà consumare sangue, in tal caso il giocatore dovrà cancellare dalla scheda i Punti Sangue utilizzati.

Alcuni poteri sovrannaturali comportano la spesa in Punti Sangue.

Il solo svegliarsi al tramonto causa la perdita di un Punto Sangue.

I Punti Sangue vengono spesi per accrescere temporaneamente le doti fisiche del personaggio, come se questi, per compiere sforzi eroici, dovesse “bruciare” sangue.

Rigenerare ferite necessita l’utilizzo di sangue, per cui ogni volta che il personaggio vuole guarire deve spendere Punti Sangue.

Ogni perdita di sangue del personaggio deve essere registrata sulla scheda cancellando Punti Sangue. Ad esempio, in caso un altro Vampiro beva il sangue del personaggio o egli stesso decida di donare il proprio sangue ad un mortale per fornirgli poteri sovrannaturali temporanei.
Consumare sangue può far sì che il Vampiro acquisti più colorito di pelle o riesca a simulare alcune funzioni umane perdute, come respirare o avere rapporti sessuali.

Livelli di Salute

Nel gioco di ruolo Vampiri: La Masquerade non sono previsti Punti Ferita come nella maggior parte degli altri gdr.

Sulla scheda del personaggio sono indicati dei Livelli di Salute. Ogni volta che un personaggio subisce danni, perde un livello di salute e il suo indicatore scende. Quando guarisce, recupera Livelli di Salute e riporta in alto l’indicatore.

Alla perdita di ogni Livello di Salute corrisponde uno stato fisico diverso a seconda di quanti Livelli di Salute sono stati persi fino a quel momento.

Alla perdita del primo livello il personaggio sarà considerato Contuso, alla perdita del secondo livello viene definito Graffiato, poi Leso e così via fino all’ultimo livello, alla perdita del quale corrisponde lo stato di Incapacitato. Vi sono un totale di sette Livelli di Salute.

A seconda di quanti Livelli di Salute il personaggio ha perduto e quindi dello stato in cui si trova, subisce delle penalità ai tiri di dado per compiere azioni fisiche. Ad esempio, se il personaggio ha perso quattro livelli di salute e quindi si trova nello stato di Ferito, subirà sempre una penalità di -2 ai tiri di dado (per approfondimenti sulle meccaniche vedi più avanti).

Quando il personaggio perde anche l’ultimo Livello di Salute e raggiunge lo stato di Incapacitato si trova in una condizione di incoscienza e totale impossibilità di muoversi. Un essere umano, quando scende al di sotto di questo stato, inevitabilmente muore. Un Vampiro può ancora spendere del sangue per guarire ma se il suo corpo dovesse sfortunatamente essere privo di sangue (ciò ha zero Punti Sangue), allora il Vampiro scivola in quella condizione che è definita Torpore.

IL TORPORE

Si tratta di una condizione psico-fisica tipica dei Vampiri. Un Vampiro che cade in Torpore resta addormentato in un sonno profondo simile alla morte.
Per risvegliarsi dal Torpore è necessario spendere un Punto Sangue, per cui se il personaggio in quel momento ha consumato tutta la riserva di sangue, non potrà svegliarsi per un periodo molto lungo. Più il Vampiro è bestiale, privo dell’umanità che lo differenzia da un mostro dissennato (vedi più avanti la sezione sul Sentiero di Moralità), più a lungo dovrà restare in Torpore prima di potersi risvegliare spontaneamente. Possono volerci anche anni, persino secoli.
Alcuni Vampiri decidono, ad un certo punto della loro lunga esistenza, di entrare in torpore volontariamente. Sono spinti dalla noia, dalla disperazione o dal fardello dei peccati imperdonabili che hanno compiuto durante la loro esistenza di terribili predatori.
Si vocifera di Vampiri molto anziani, potentissimi, che giacciono in Torpore da secoli, nascosti in luoghi ancestrali ed inaccessibili e i Vampiri più giovani rabbrividiscono ad immaginare il loro risveglio, creature dotate di un potere inimmaginabile e di una sete di sangue smisurata.

LA MORTE ULTIMA

Anche i Vampiri, sebbene virtualmente immortali, possono essere distrutti irrimediabilmente.
La Morte Ultima si raggiunge quando ad un Vampiro in stato di Incapacitato viene inferto un danno utilizzando uno degli anatemi dei Vampiri. Quando accade ciò, il personaggio viene definitivamente distrutto.
Gli anatemi del Vampiro sono: fuocoluce del sole e alcuni rarissimi agenti sovrannaturali come acqua santa e artigli dei licantropi.
Quando un Vampiro raggiunge la Morte Ultima il giocatore dovrà strappare la scheda personaggio e crearne una nuova. Non c’è rimedio alla Morte Ultima.

Precedente [DIECI] La Resurrezione del Padre - Sessione 8 Successivo Se lo dice Béla...

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.