[Dieci] Danza 4

Hasad: «Io torno smadonnando in tutte le lingue che conosco, cioè Assamita, Italiano, un po’ d’Inglese e Libanese… ma stretto… un dialetto libanese…»

Master: «Una voce ti risponde: “Si, pronto, qui è l’ufficio di…”»
Hasad: «Non m’interessa di chi è l’ufficio!»

Hasad: «Ho bisogno di persone un po’ sgarrappate e silenziose.»

Master: «Se è ancora NON-MORTO sicuramente si farà vivo.»

Giocatori indipendenti…
Master: «Trovi un sito…»
Greg: «Salva il link.»
Hasad: «Salvo il link.»
Greg: «Salvalo anche off-line, si sa mai che non c’è più, dopo.»
Hasad: «Lo salvo anche off-line… anche se non so neanche cosa vuol dire…»

Master: «Arrivate alla macchina e la città si stà svegliando… voi desiderate tornare a casa ardentemente.»
Greg: «Oddio… spero proprio di non tornarci proprio “ardentemente”…»

Il Master spiega la tempistica degli omicidi…
Master: «Tra il primo e il secondo, un giorno; tra il secondo e il terzo quattro giorni; tra il terzo e il quarto quattro giorni…»
Greg: «Allora: uno quattro quattro…»
Master: «Così poi chiami i numeri erotici.»

Master: «Vi ha depistato seguire le tracce…»
Greg: «Abbiamo pestato una merda e non ce ne siamo ancora accorti…»

Precedente [Pagelline] Xavier Successivo [Dieci] Danza 5

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.