[DIECI] Lavoro sporco – Sessione 19

Sessione 19 del 26/10/2018

Taher (PNG): «Mio nome è Taher.»
Prof: «Abbiamo fatto torti a un Pakistano?»

Prof: «Noi siamo a Catania.»
Sir Wilfred: «Dove ci sono gli arancini!»

Master: «Taher ha un pugnale al fianco, ha qualcosa di sinistro la sua arma.»
Prof: «Nel senso che ce l’ha sul fianco sinistro?»
Sir Wilfred: «Volevo dirlo io!»

Sasha: «Taher, in che rapporti siete con Andrangheta e Camorra?»
Prof: «È tutta Cosa Nostra…»

Sir Wilfred: «Siccome èla spoletta che rende pericolosa la bomba, metto la spoletta sul tavolo e tengo la bomba.»
Prof: «La metti sotto al cilindro?»
Sasha: «Così quando esplode diventa una bombetta.»

Eusebio (PNG): «Prego, presentatevi…»
Sasha: «Ciao, sono Sasha, ho 97 anni, vengo dalla Russia…»
Eusebio: «Una russa in Italia… hai sbagliato strada?»

Eusebio: «Interessante… avete costituito una Coterie?»
Sir Wilfred: «Sssssìììì…»
Eusebio: «E come si chiama?»
Sir Wilfred: «Eeeeeehmmmm… si chiamaaaa… gli amici di Franco.»

Precedente Pericolo paletti, i Corsi, quelli belli Successivo [TRACCIA] Lavoro sporco - Sessione 19

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.