Brujah – Feccia

Un tempo noti come Fratelli filosofi, idealisti e guerrieri, dopo la caduta della città da loro costruita per convivere in pace con i mortali, Cartagine, si sono trasformati in irriducibili ribelli, perdendo di vista il fine delle loro lotte. All’interno della Camarilla sono tra i Clan più numerosi e allo stesso tempo meno controllati: è possibile incontrare Brujah skinheads, punk, freak e di qualunque altro gruppo violento; in effetti la sola cosa che li tiene uniti è il desiderio di sovvertire il sistema, sostituendolo con uno di loro creazione (o con niente). Nonostante questo loro istinto ribelle, i Brujah non esitano ad aiutarsi l’un l’altro nei momenti di pericolo, salvo poi tornare ognuno per la sua strada; è praticamente impossibile mantenere una stabile organizzazione interna, nonostante i vari tentativi degli Anziani del Clan. La società dei Brujah è divisa in tre distinte linee di pensiero, anche se gli individui, durante la loro non-vita, spesso cambiano fazione:

Iconoclasti: sono teppisti irresponsabili e ribelli, che si oppongono con violenza e tenacia a qualsiasi strumento del “sistema”, per la maggior parte sono giovani Neonati;

Idealisti: costituito dai Fratelli più Anziani, questo gruppo è il meno disorganizzato; gli Idealisti credono nella rivoluzione, ma la vogliono raggiungere tramite l’organizzazione e la pianificazione, cercando di seguire l’insegnamento dei padri di Cartagine;

Individualisti: il gruppo meno numeroso, riprende tesi iconoclaste e idealiste: è necessario pianificare le proprie azioni e lavorare in gruppo senza ostacolarsi, ma senza riconoscere l’autorità degli Anziani: il ruolo di comando va conquistato sul campo, non in base all’età.
È pratica comune dei Brujah iniziare come Iconoclasti, divenire col tempo Individualisti e, divenendo Anziani, passare agli Idealisti.

Soprannome: Feccia

Aspetto: la stragrande maggioranza del Clan veste e si comporta secondo le mode più trasgressive e violente, mentre i Brujah più anziani preferiscono uno stile più sobrio.

Rifugio: nessun rifugio in particolare; un Brujah dorme ovunque ritenga opportuno, senza curarsi troppo dei legittimi proprietari. Un magazzino abbandonato vale quanto un attico in piena città, agli occhi di un Brujah.

Discipline di Clan: Ascendente, Potenza, Velocità

Punti Deboli: i Brujah sono più facilmente preda della Frenesia di quanto lo siano gli altri vampiri, sebbene continuino a negare con forza e diventino decisamente ostili, se l’argomento viene trattato. Il valore di difficoltà sui lanci in Frenesia è maggiore di 2 rispetto alla difficoltà normale.

Organizzazione: pressoché inesistente. Ad eccezione di Idealisti ed, in parte, Individualisti, i Brujah non rispettano alcuna autorità. L’unica forma di riunione del Clan è detta Rave, un raduno che spesso termina con una colossale rissa.

Conseguimento del Prestigio: di norma, il modo migliore di ottenere prestigio tra i Brujah è destabilizzare le autorità stabilite, attraverso una opposizione radicale.

Dicono: “Tutte le creature senzienti meritano di essere libere: è un nostro diritto fin dalla nascita, nessuno ha abbastanza autorità da discutere questo punto”.

Simboli Brujah

Precedente Araldi dei Teschi - Lazzareni Successivo Gangrel - Forestieri

Benvenuto Figlio delle Tenebre, vuoi lasciarci un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.